Quando uscirà il nuovo album degli Iron Maiden?



Se avete una sensazione di Deja-Vu è perché avete già letto questo approfondimento. O almeno, avete letto quello che, per forza di cose, si è rivelato totalmente sbagliato. Del resto, chi poteva prevedere una pandemia? Ne approfittiamo quindi per fare una premessa: questo è lo scenario più probabile, ma soltanto se il Covid verrà contenuto. In caso contrario tutti i piani della band andrebbero di nuovo in fumo.


Sperando che ciò non accada, iniziamo con la nostra analisi!


Intanto, come facciamo ad essere che questo disco esista realmente? Beh, le prove si sprecano, e potete trovarle tutte nel nostro famoso (letteralmente!) articolo che scrivemmo all'epoca. Ci sono foto, post, fonti e via dicendo.


Chiarito che questo album è stato registrato bisogna capire quali sarebbero stati i piani se il Covid non si fosse messo di mezzo. Spostiamo quindi le lancette a novembre 2019. Cosa sappiamo?

  • Gli Iron Maiden hanno annunciato il Legacy of the Beast Tour 2020, che dovrebbe partire a maggio dall'Australia e finire il 25 luglio in Europa.

  • Bruce Dickinson per tutto il tour americano (terminato il 15 ottobre) ha continuato a ripetere che ci sarebbero state nuove canzoni dei Maiden in futuro. In alcune date si è sbilanciato dicendo addirittura che queste sarebbero arrivate "abbastanza presto!"

Con il Legacy of the Beast Tour da finire è ovvio che il disco sarebbe stato rilasciato dopo l'ultima data, ma annunciato nel bel mezzo della leg. Quando precisamente? Basta vedere il periodo in cui i precedenti dischi sono stati annunciati/rilasciati:


  • Dance of Death: annuncio 31 maggio 2003 - Uscita 8 settembre 2003.

  • A Matter of Life and Death: annuncio giugno 2006 - Uscita 25 agosto 2006.

  • The Final Frontier: annuncio 8 giugno 2010 - Uscita 16 agosto 2010.

  • The Book of Souls: annuncio 18 giugno 2015 - Uscita 4 settembre 2015

Facile intuire che la band aveva intenzione di annunciare il disco a giugno e rilasciarlo poi a fine agosto/settembre. C'è anche un altro importante elemento a favore di questa teoria: il primo concerto europeo (ricordiamo che per l'Europa sarebbe stata la seconda volta con il Legacy of the Beast Tour) si sarebbe dovuto tenere il 5 giugno a Tampere, in Finlandia. Dal momento che la band aveva già suonato due date ad Helsinki con lo stesso Tour, quale occasione migliore per cambiare un po' di pezzi, e iniziare a promuovere il nuovo disco suonando un singolo da esso? Dobbiamo anche sapere che Steve Harris e Bruce Dickinson avevano detto che la scaletta sarebbe stata la stessa degli altri anni. Ma queste dichiarazioni erano state fatte una in Australia e una in Asia, paesi in cui il carrozzone del Legacy of the Beast non era ancora passato. È normale quindi che i membri della band non abbiano detto qualcosa tipo 'Cambieremo scaletta, ma solo in Europa perché loro hanno già visto il tour'.

E se questo non vi convince ancora, c'erano ben 6 giorni di pausa tra il concerto di Israele e quello di Tampere, per cui c'era tutto il tempo per provare uno o due pezzi nuovi.


"Si, carino, ma se non te ne sei accorto tutte queste teorie sono andate in fumo per via della pandemia". Avete ragione, e adesso torniamo a noi. Qual è lo scenario che si presenta?


  • Gli Iron Maiden hanno annunciato il Legacy of the Beast Tour 2021, che inizierà il 7 giugno a Zagabria e terminerà l'11 luglio (o forse no... ;) ) a Parigi. (Non preoccupatevi, il tour finirà comunque a luglio).

  • La band non ha più fatto dichiarazioni riguardo al nuovo album, se non una di Bruce risalente a maggio in cui diceva che 'il mondo avrebbe dovuto aspettare'.

Siamo quindi al punto di novembre: la band deve rilasciare un album, ma prima deve finire un altro tour. Pubblicare un disco nuovo e poi andare on the road suonando tutt'altro è come se dopo aver pubblicato Powerslave il gruppo avesse riproposto il The Beast on the Road Tour. E quindi?

Ecco la nostra teoria: Annuncio: (11) giugno 2021.

Uscita: settembre 2021.


Per noi, tutto è stato spostato di un anno. Letteralmente.


Ma come mai crediamo ciò? Intanto questo è lo stesso schema degli album precedenti. Secondariamente, la band ha cancellato tutte le date al di fuori dell'Europa, unico continente che vedrà il Legacy of the Beast due volte. Avrebbe avuto molto più senso tenere i paesi in cui non erano ancora stati, eppure eccoci qua. Sicuramente c'entra il fattore vendite (quella in Europa è la leg più grande mai fatta dai Maiden) e quello logistico (portare la produzione in Australia ha costi molto alti), ma non solo. Dal momento che ci sono appunto stadi esauriti ovunque nel nostro continente, quale modo migliore per iniziare a promuovere il disco?

Per questo la scaletta sicuramente includerà il nuovo singolo, che verrà suonato a partire dalla prima data all'enorme PGE Narodowy di Varsavia l'11 giugno. E ovviamente quel giorno (o poco prima) verrà automaticamente annunciato anche il nuovo album.

Ma non finisce qui!

Con la notizia (ancora ufficiosa, ma vi assicuriamo che è vera) che gli Irons suoneranno a Rock in Rio 2021 e con le dichiarazioni del promoter israeliano, sappiamo che ci sarà un secondo tour verso la fine dell'anno, questa volta in America!


Non si hanno informazioni su quando questo succederà ma sicuramente sarà la prima volta in tanti anni che i Maiden faranno concerti nei primi mesi invernali (sappiate che il Rock in Rio si svolge ad ottobre, e per la pandemia non è da escludere che venga spostato ancora più in là). È quindi probabile che, oltre all'annuncio del disco, verranno già svelate le prime date americane.


Sappiamo già che la band tornerà in Australia e Asia nella prima parte del 2022, e dal momento che se fosse stato ancora il LOTB Tour l'avrebbero scritto nel comunicato della cancellazione, sappiamo anche che sarà il nuovo tour. Il 2022 infatti non dovrebbe essere altro che un 2020 2.0.


In conclusione, qual è la tabella di marcia secondo noi?


  • Giugno 2021: Annuncio nuovo disco, rilascio nuovo singolo, annuncio prime date americane.

  • Luglio 2021: Fine del Legacy of the Beast Tour, inizio della promozione massiccia.

  • Fine agosto/Settembre 2021: Rilascio del disco, possibile inizio del tour americano.

  • (entro Dicembre 2021): Fine del tour americano.

  • Maggio 2022: Tour australiano.

  • Giugno 2022: Tour europeo.


Ricordiamo che questo scenario vale solo nel caso la pandemia di Covid non si protrae, costringendo la band a rivedere i propri piani un'altra volta. Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!


Seguiteci anche su Facebook, Instagram, Twitter e Youtube!








929 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube