Tutte le informazioni sul Legacy of the Beast Tour 2021 e sulla data italiana!



Gli Iron Maiden hanno oggi annunciato il posticipo del loro Legacy of the Beast Tour alla prossima estate. IL CONCERTO ITALIANO VERRÀ RECUPERATO IL 24 GIUGNO 2021.


La venue sarà sempre l'Arena Parco Nord di Bologna, ed i gruppi di supporto saranno sempre Airbourne e Lord of the Lost.


I BIGLIETTI PER LA DATA DEL 20 LUGLIO 2020 SONO VALIDI PER LA NUOVA DATA. NON SONO PREVISTI RIMBORSI IN QUANTO IL CONCERTO È SOLO POSTICIPATO E NON CANCELLATO.

Se non potrete essere presenti al nuovo concerto dovrete vendere il vostro biglietto.


Vi ricordiamo infine che mancano pochi biglietti al tutto esaurito. Se siete indecisi non dovreste pensarci troppo. Ecco invece le altre date:


GIUGNO 2021

Ven 11 - POL, Warsavia, PGE Narodowy

Dom 13 - GER, Brema, Bürgerweide

Mar 15 - CZE, Praga, Sinobo Stadium

Mer 16 - AUT, Wiener Neustadt, Stadium 

Sab 19 - SPA, Barcellona, Olympic Stadium

Lun 21 - POR, Lisbona, Estadio Nacional

GIO 24 - ITA, Bologna Sonic Park

Sab 26 - GER, Stoccarda, Mercedes-Benz Arena (Stadium)

Dom 27 - BEL, Anversa, Sportpaleis

Mer 30 - GER, Berlino, Waldbühne


LUGLIO 2021

Sab 3 - SVE, Gothenburg, Ullevi Stadium

Gio 8 - GER, Colonia, Rhein-Energie-Stadium

Sab 10 - OLA, Arnhem, GelreDome

Dom 11- FRA, Parigi, La Defense Arena


Vi riportiamo il comunicato ufficiale, scritto da Rod, tradotto:


Spero che voi e i vostri cari stiate bene e al sicuro, ovunque voi siate, e vi rinnovo i miei continui ringraziamenti per aver aspettato così pazientemente. A causa dei continui problemi di salute in tutto il mondo a causa del Covid-19, vi informiamo con rammarico che gli Iron Maiden non terranno concerti fino a giugno 2021. Tuttavia, ora siamo in grado di fornirvi i dettagli del nostro programma in relazione agli spettacoli che speravamo di fare quest'anno. In primo luogo, siamo molto lieti di dirvi che siamo riusciti a riprogrammare tutti i nostri spettacoli europei del tour Legacy Of The Beast per giugno / luglio 2021, ad eccezione di Mosca, San Pietroburgo, Weert e Zurigo, che purtroppo non siamo stati in grado di riorganizzare in quel periodo. Per consolidare il percorso del tour, come potete vedere, abbiamo aggiunto altri 2 spettacoli ad Arnhem e Anversa. Stiamo chiamando nuovamente tutti gli special guests e tutte le band di supporto che avrebbero dovuto suonare con noi quest'anno. Laddove una band non sia in grado di venire a causa delle proprie riprogrammazioni, cercheremo di trovare altri gruppi di uguale popolarità. La maggior parte è già confermata e può essere trovata sul nostro sito. Purtroppo non è stato possibile riprogrammare le date nei festivals. Ciò è dovuto principalmente al fatto che avevamo già un anno molto intenso in programma per il 2021 e, come sono sicuro possiate immaginare, una gran parte dei piani futuri sono andati in fumo e c'è ancora tanto da fare in questo frangente di tempo. La band si diverte a suonare ai festivals, quindi vi assicuriamo che torneremo al maggior numero di questi in un altro momento. Per quanto riguarda quella che avrebbe dovuto essere la tappa di apertura del tour del 2020, il 1 ° maggio a Perth, in Australia, e le visite in Nuova Zelanda, Filippine, Giappone, Dubai e Israele, stiamo attualmente lavorando ad un possibile ritorno in questi paesi, in qualche modo, nella prima metà del 2022. Altre notizie seguiranno al momento opportuno. La band sta bene e vi manda i suoi migliori auguri, non vede l'ora di tornare sul palco il prossimo anno e vedervi tutti. Per favore, continuate a prendervi cura di voi stessi e siate intelligenti. - Rod


Come c'era da aspettarsi, i festivals sono completamente saltati, e sono rimaste solo le date da healinders che han venduto bene. Le parti veramente importanti del comunicato sono però due:


La prima riguarda il fatto che gli Iron Maiden sarebbero stati molto impegnati nel 2021 anche senza questa leg. Ovviamente il pensiero va al nuovo album e al tour che ne sarebbe seguito. Non sorprende quindi che i loro piani siano sfumati, in quanto invece del nuovo tour ci sarà il posticipo di quello del 2020. Speriamo che questo però ritardi solo leggermente il nuovo album, anche se il secondo punto può far dubitare di ciò. Viene detto infatti che la band sta cercando di riorganizzare le date Australiane, Giapponesi ecc per la prima metà del 2022. Questi paesi non hanno mai visto il Legacy of the Beast Tour, quindi avrebbe senso se lo portassero anche lì. Il problema sarebbe però che il nuovo album sarebbe ancora nuovamente rimandato, e che il LOTB arriverebbe al suo QUINTO anno consecutivo.


Secondo la nostra opinione, questo non accadrà. Ci saranno le date nella prima metà del 2022, ma si tratterà del nuovo tour e non di un'altra leg del Legacy of the Beast. Sempre secondo noi, il nuovo album potrebbe uscire a settembre del prossimo anno, con un conseguente tour autunnale/invernale in America. Voi che ne pensate?

0 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube