Posticipo/cancellazione del concerto degli Iron Maiden a Bologna: cosa sappiamo (in aggiornamento)

Aggiornato il: gen 23



SPAZIO AGGIORNAMENTI:

  • Il Rock in Rio verrà posticipato (leggi qui)



Per contrastare la mole di disinformazione che sta venendo fatta sull'argomento abbiamo deciso di scrivere questo articolo e tenerlo aggiornato man mano che usciranno informazioni, sia dai canali ufficiali sia provenienti da fonti affidabili.


Prima di tutto bisogna fare una grossa premessa:


FINO A QUESTO MOMENTO (gennaio 2021) IL CONCERTO DEGLI IRON MAIDEN È CONFERMATO!


Cosa vuol dire questo?

Semplicemente che, sulla carta, il concerto è previsto normalmente. Per questo motivo non si può richiedere rimborso, né vi saranno date informazioni su un eventuale posticipo o cancellazione.

Ovviamente ciò non significa che lo show si terrà sicuramente. Anzi, è la stessa identica situazione di un anno fa poco prima che venisse posticipato il tour. Probabilmente la band e gli organizzatori non sono ancora pronti per dare informazioni ufficiali, e per questo non sembra che ci saranno variazioni al momento.


Cosa fare dunque? La risposta è semplice: attendere una conferma ufficiale.


E quando potrebbe arrivare un comunicato? Qui ci si sposta dalle certezze alle speculazioni.

Nel 2020 il posticipo è stato reso noto a maggio, poco prima di quello che sarebbe stato l'inizio del tour. Bisogna però dire che in quell'occasione sono state annunciate anche le nuove date, che hanno richiesto certamente tempo per essere organizzate. Quest'anno gli Iron Maiden potrebbero decidere di annunciare prima il posticipo e poi i nuovi concerti (se non decidono di cancellare tutto e basta).


Può essere che il comunicato arrivi prima del 9 marzo, giorno in cui i biglietti per il concerto al Rock in Rio andranno in vendita. Sicuramente il prossimo mese vedrà moltissime band cancellare o rimandare i propri shows, per cui i Maiden potranno essere fra queste. Tuttavia non è detto che le variazioni alla leg europea avranno effetto su quella americana, essendoci mesi e mesi di differenza. Intendiamoci: il Rock in Rio ha meno possibilità di svolgersi del tour europeo, però la cancellazione/rinvio potrebbe arrivare più tardi in un altro comunicato.


Non ci sono altre cose su cui speculare: i biglietti per i nuovi concerti annunciati dai Maiden mesi fa non sono andati in vendita, per cui non abbiamo altre "date limite".


Cambiamo quindi la questione: che cosa verrà annunciato? Annullamento definitivo o nuovo posticipo?


Partiamo dicendo che quasi sicuramente i recenti shows annunciati dalla band (Francoforte, Basilea, Zagabria, Budapest) e quelli a cui sono stati aggiunti grossi gruppi di supporto (Arnhem) si terranno. Non avrebbe avuto senso informare i propri fans riguardo a quei concerti ben sapendo che non si sarebbero tenuti, se non quello di far presente che la band suonerà in quei posti prima o dopo.


Più in generale possiamo dire con tranquillità che l'intera leg tedesca verrà posticipata. Rod non si lascerà certo sfuggire i più grandi concerti di sempre in quel paese.


Anche il concerto di Parigi è molto probabile che venga rimandato, viste le vendite record. E non è escluso che venga aggiunto un altro show nello stesso stadio.


Per gli altri eventi tutto può essere, anche se visti i numerosi sold out è facile che quasi tutti vengano rinviati e non cancellati.


Parliamo quindi di Bologna.


Gli Iron Maiden avrebbero dovuto suonare al Bologna Sonic Park in compagnia di Airbourne e Lord of the Lost. Non si hanno notizie ufficiali sulle vendite (i biglietti ovviamente non sono mai finiti), ma ci è stato detto che sicuramente si sarebbe arrivati al tutto esaurito, probabilmente il motivo per cui il concerto è stato posticipato al 2021 nonostante si tratti di un festival.

Questa "eccezione" potrebbe comunque cambiare la prossima volta. Essendo appunto una rassegna musicale non è detto che lo spettacolo dei Maiden possa incastrarsi con la nuova line-up, specie se il periodo verrà cambiato (ipotesi: il tour 2022 si svolge da agosto a settembre).


Per cui, anche un annullamento è probabile. Ma ciò non vorrebbe dire che dobbiamo perdere la speranza.

Anche il concerto di Zurigo è stato annullato, per poi esserne annunciato uno a Basilea. Non la stessa città ma sempre di Svizzera si tratta.

Lo stesso show di Arnhem è il rimpiazzo di quello previsto a Weert, anche se in quel caso l'annuncio è arrivato insieme alla cancellazione del precedente concerto.


Se i Maiden sono disposti a tornare in Svizzera nonostante le non buonissime vendite in un'arena da circa 13.000 persone, non vediamo il motivo per saltare il nostro paese dove avrebbero avuto sicuramente un maggiore riscontro di pubblico. Quindi, sia che si tratti di Bologna o un'altra città, i Maiden molto probabilmente torneranno in Italia nel 2022.


Infine discutiamo dell'argomento più spinoso, quello dei rimborsi.


Questo è quanto scritto nelle FAQ di Ticketone riguardo alla situazione Covid:


L’ORGANIZZATORE HA GIÀ FISSATO E COMUNICATO UNA NUOVA DATA PER IL CONCERTO/SPETTACOLO NON SVOLTOSI, COME MI DEVO COMPORTARE? Non devi fare nulla. I titoli di accesso già acquistati per l’evento originario sono considerati validi per i concerti/spettacoli rinviati a data successiva. Considerata l’emergenza sanitaria nazionale e la conferma dello spettacolo per la nuova data, non è prevista la possibilità di rimborso, né quindi, l’emissione di un voucher.

Quindi la questione è presto risolta: se il concerto verrà posticipato non si potrà chiedere il rimborso, salvo cambiamenti futuri. In poche parole quei 92€ che avete speso un anno fa non vi torneranno in tasca neanche quest'anno.


E se il concerto venisse annullato?


VUOI CHIEDERE IL RIMBORSO PER UN EVENTO ANNULLATO PER ACQUISTI SUL SITO TICKETONE E TRAMITE CALL CENTER? I biglietti acquistati on line sul sito TicketOne o telefonicamente tramite i nostri Call Center verranno rimborsati come da modalità decisa dall'Organizzatore dell'evento in base alle disposizioni contenute nel “Decreto Cura Italia” (D.L. n. 18/2020) di cui all’art. 88 e successivi provvedimenti e regolamentata nei termini e condizioni di acquisto del nostro sito.

Tuttavia va fatto presente questo aggiornamento:


"Informiamo il gentile pubblico che in ottemperanza al decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020 n. 77 e chiariti i termini della sua applicazione, da venerdì 18 settembre e fino a sabato 17 ottobre 2020 è stata data la possibilità di richiedere, solo e soltanto per i concerti di musica leggera cancellati, la conversione dei voucher emessi in rimborso monetario.

Quindi se il concerto venisse annullato si avrebbe diritto al rimborso monetario.


Ovviamente tutto ciò potrebbe cambiare nei prossimi mesi, quando sarà chiaro a tutti che l'estate 2021 non sarà quella del ritorno dei concerti.


Insomma, non c'è molto di cui parlare al momento. Non ci sono rumours né leaks riguardo alle nuove date, segno che comunque si è appena iniziato a riprogrammare.


Noi vi terremo costantemente aggiornati nel caso qualcosa trapelasse. Vi consigliamo comunque di informarvi solo sui canali ufficiali, ovvero:















1,269 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti