Bruce Dickinson: "Non faremo mai un film su di noi"



Il cantante degli Iron Maiden è stato intervistato dalla testata polacca Onet, in promozione al suo evento "An evening with Bruce Dickinson" che terrà a Varsavia.


Nel corso dell'intervista Bruce si è di nuovo espresso in maniera favorevole alla Brexit ("Vorrei votare una seconda volta se fosse organizzato un secondo referendum"), ha parlato della possibilità di un nuovo DVD live (pubblicheremo l'articolo in giornata), ha spiegato che gli "hanno cancellato la memoria" per non farlo parlare del nuovo album e di altro. In particolare, alla domanda su chi potrebbe interpretare il suo ruolo in un bio topic sullo stile di The Dirt dei Motley Crue o Bohemian Rhapsody dei Queen, ha risposto:


Eddie! [Ride]. Ma non faremo un film su di noi, non accadrà mai. E nessuno lo farà senza la nostra collaborazione. Credo profondamente che alcune cose dovrebbero essere lasciate dove erano. Il film sui Queen, "Bohemian Rhapsody", era davvero interessante, realizzato da una certa prospettiva, perché Freddie Mercury è morto da tempo. Tuttavia, si tratta più di una storia che di una band, che è stata presentata da una prospettiva poco interessante. Non credo che nessuno di noi vorrebbe essere ritratto così nel film sugli Iron Maiden. Noi viviamo sul palco, non nell'immaginazione dello sceneggiatore o del regista. Allo stesso modo, non accetterò mai di essere usato come un ologramma dopo la mia morte. Lo trovo molto sgradevole. Le persone dovrebbero ricordare gli artisti come erano, non rubati dalla tomba.

Che ne pensate?

456 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube