Primo show in Europa ufficialmente cancellato, nessun posticipo in programma?



Gli Iron Maiden hanno ufficializzato la cancellazione dello show al Wiener Neutstadt Stadium, in Austria, previsto per il 16 luglio.


La parte che colpisce è che, appunto, lo show è stato cancellato e non posticipato.

Per quanto nel comunicato del promoter (più in basso) viene detto che si spera di riprogrammare lo show, sul loro sito i Maiden hanno dichiarato lo show come cancellato. Se un concerto da headliner previsto in uno stadio tutto esaurito (e con il record di spettatori in quel paese) viene annullato significa che anche il resto della leg 2020 seguirà lo stesso destino, almeno per quanto riguarda l'Europa? In fin dei conti, dal momento che la scaletta sarebbe stata la stessa delle 3 date del 2018, non sarebbe una grossa perdita. Ovviamente aspettiamo un comunicato ufficiale.


Questo è il comunicato della band:


Siamo molto dispiaciuti di annunciare che, in seguito all'ultima direttiva del governo austriaco, il divieto di qualsiasi grande evento è stato esteso fino ad agosto, il che purtroppo purtroppo che il concerto degli Iron Maiden allo stadio Wiener Neustadt il 16 luglio non potrà svolgersi come previsto. La dichiarazione completa del nostro promoter austriaco Barracuda Music è la seguente:
"Oggi siamo stati informati dal governo austriaco che sono vietati tutti gli spettacoli, i festival e gli eventi fino al 31 agosto. Ciò significa che lo show degli IRON MAIDEN non potrà tenersi, a causa della pandemia di COVID-19. Stiamo ovviamente parlando con l'agente e il manager della band sperando di riprogrammare lo show perché sappiamo che i fan austriaci non vogliono perdersi questo spettacolo! Il pericolo di infettare altre persone e mettere a rischio la propria vita è semplicemente troppo alto. Non c'è niente di prezioso quanto la nostra salute e dobbiamo proteggerla. Ecco perché dobbiamo e seguiremo le istruzioni delle autorità."
303 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube